Gladis Alicia Pereyra è una fine scrittrice che ha all’attivo molti bei romanzi. La nostra Elena Torre ci presenta la sua ultima fatica letteraria dal titolo “Camilla” un romanzo avvincente e pieno di spunti di riflessione.

Il Libro lo trovate in vendita qui: https://associazioneclaramaffei.org/libreria/

Di cosa parla?

Camilla è una pittrice di grande talento ignota a galleristi e collezionisti. Vive ritirata in un grande appartamento, dedita interamente alla sua arte. É single, non ha tempo per l’amore, tuttavia, l’amore arriverà lo stesso.
Una mattina scopre il furto di uno dei suoi quadri: una donna con le ali da farfalla. La porta d’ingresso non è stata forzata.
Alcuni giorni dopo, nota sul terrazzo una rosa che è sicura di non aver comprato. Con crescente inquietudine intuisce che il furto del quadro e l’apparizione della rosa sono collegati, e non si sbaglia. Qualcuno entra liberamente in casa sua, qualcuno che ha le chiavi e non riesce a immaginare chi possa essere. É l’inizio dell’incubo.
Le visite si susseguono; lo sconosciuto non ruba più, all’inizio lascia piccoli doni, per passare inseguito alle minacce e alla violenza.
La vita di Camilla viene sconvolta, ma lei sorda alle esortazioni di genitori e amici, rifiuta di lasciare l’appartamento. Sfida il suo stalker e, ben consapevole del rischio che corre, gli si oppone con fermezza fino alle ultime conseguenze.
La difficile situazione non le impedirà di continuare a dipingere le sue donne farfalla che finiranno per svelarle insospettati aspetti di se stessa.
L’autrice ha voluto raccontare un femminile forte, disposto a difendersi, che non accetta il ruolo della vittima che ritiene indegno, perché non esiste carnefice senza che qualcuno assuma il ruolo della vittima.