La Fondazione Biscozzi | Rimbaud dedica una mostra davvero interessante a Salvatore Sava, classe 1966, scultore salentino tra i più significativi della propria generazione in Italia. La mostra comprende circa trenta lavori, che coprono un ampio arco della produzione dell’artista, oggetto delle acute investigazioni critiche, tra gli altri, di Luciano Caramel e di Giuseppe Appella. L’intento del curatore, il direttore scientifico Paolo Bolpagni, è di esporre anche diverse opere – di datazione fra gli anni Novanta e oggi – rimaste finora inedite, che svelano aspetti e ricerche di Sava restati in ombra, ma meritevoli di grande attenzione. Ci racconta tutto il nostro Stefano Resmini nella sua Solo d’Estate.